Privacy policy

La privacy e la sicurezza dei dati dei nostri Clienti ed Utenti sono da sempre molto importanti per noi.

Per tale motivo, seguendo le indicazioni dettate dal Regolamento generale sulla protezione dei dati, abbiamo aggiornato la nostra privacy policy.

Qui di seguito viene riportato il testo dell’informativa completa.

 


Informativa e richiesta di consenso ai sensi e per gli effetti degli artt. 13, 23 e 26 del D. Lgs. 30.6.2003 n. 196, relativo alla tutela del trattamento dei dati personali, così come modificato dal Consiglio dei Ministri del 21 marzo 2018, che ha approvato il decreto legislativo di attuazione della direttiva europea sul GDPR, in vigore dal 25 maggio 2018.

 

Lo Studio Fior, in qualità di titolare del trattamento dei dati personali, informa i propri Clienti ed Utenti, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003, che:

 

  • il suddetto D. Lgs. prevede una serie di obblighi in capo a chi effettua “trattamenti” (cioè raccolta, registrazione, elaborazione, conservazione, comunicazione, diffusione, ecc.) di dati personali riferiti ad altri soggetti (c.d. “interessati”);

     

  • il trattamento dei Vostri dati personali di cui siamo in possesso o che Vi saranno richiesti o che ci verranno comunicati da Voi o da terzi sarà svolto in esecuzione di:

    • obblighi legali (fatturazione, scritture e registrazioni contabili obbligatorie, ecc.);

    • obblighi contrattuali di mandato professionale nonché delle relative modifiche ed integrazioni;

       

  • in occasione di tali trattamenti il titolare può venire a conoscenza di dati che il D. Lgs. 196/2003 definisce “sensibili” in quanto idonei a rivelare, ad esempio:

    • uno stato di salute o abitudini sessuali;

    • l’adesione ad un sindacato;

    • l’adesione ad un partito o movimento politico;

    • convinzioni religiose o filosofiche;

       

  • il trattamento avverrà con sistemi manuali e/o automatizzati atti a memorizzare, gestire e trasmettere i dati stessi, con logiche strettamente correlate alle finalità stesse, sulla base dei dati in nostro possesso e con impegno da parte Vostra di comunicarci tempestivamente eventuali correzioni, integrazioni e/o aggiornamenti;

     

  • i  Vostri dati potranno essere comunicati:

    • ai seguenti enti pubblici e privati, anche a seguito di ispezioni o verifiche: Amministrazione Finanziaria, organi di Polizia Tributaria, Autorità giudiziarie, Ufficio Italiano Cambi, Ispettorato del Lavoro, ASL, Enti Previdenziali, ENASARCO, Camera di Commercio, ecc.

    • a soggetti che possono accedere ai Vostri dati in forza di disposizioni di legge o di normativa secondaria o comunitaria;

       

    • l’ambito di eventuale comunicazione dei dati sarà nazionale;

       

      In caso di Vostro rifiuto a conferire i dati o a consentire al loro trattamento ovvero alla loro comunicazione ne potrà derivare:

    • l’impossibilità di instaurare o proseguire il rapporto, ovvero di effettuare alcune operazioni, se i dati sono necessari all’esecuzione del rapporto o dell’operazione;

    • l’impossibilità di effettuare alcune operazioni che presuppongono la comunicazione dei dati a soggetti funzionalmente collegati all’esecuzione delle stesse;

    • la mancata comunicazione dei dati a soggetti che svolgono ulteriori attività, non funzionalmente collegate all’esecuzione del rapporto;

       

  • è stata nominata Responsabile della Protezione dei Dati (DPO – Data Protection Officer) la Dott.ssa Sara Fior, rappresentante dello Studio Fior snc;

     

  • nei Vostri confronti è previsto l’esercizio di alcuni diritti, in particolare di:

    • conoscere l’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano e la loro comunicazione in forma intellegibile;

    • essere informato sul titolare, sulle finalità e sulle modalità del trattamento e sull’eventuale responsabile, sui soggetti o categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati;

    • ottenere l’aggiornamento, la rettificazione o l’integrazione dei dati;

    • ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco degli stessi;

    • opporsi per motivi legittimi al trattamento dei dati, salvi i limiti stabiliti dalla legge;

    • opporsi all’invio di materiale pubblicitario o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

       

  • I dati verranno conservati anche dopo la chiusura del rapporto professionale, fino a dieci anni, in ottemperanza dell’art. 2220 del Codice Civile, e comunque, ai sensi dell’art. 22 del DPR n. 600/1973 e art. 39 del DPR n. 633/1972, fino a quando non siano definiti eventuali accertamenti relativi a un periodo d'imposta, eventualmente anche oltre il termine massimo di dieci anni stabilito dall'articolo 2220 del codice civile.

    Per la determinazione dei termini utili per la conservazione delle scritture contabili obbligatorie e la relativa documentazione è necessario, pertanto, fare riferimento alle norme dettate in materia di accertamento. Più precisamente, ai sensi dell'articolo 43 del DPR n. 600/1973 relativamente alle imposte sui redditi e dell'articolo 57 del DPR n. 633/1972 per l'IVA, gli avvisi di accertamento devono essere notificati, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione. Nelle ipotesi di omessa presentazione delle dichiarazioni, gli avvisi di accertamento d'ufficio possono essere notificati fino al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui le dichiarazioni stesse avrebbero dovuto essere presentate.